Il Festival

Tutto quello che vorresti conoscere sul

cinema italiano contemporaneo

 

 

Il Festival, organizzato in collaborazione con Cinecittà Luce – Filmitalia, si propone come un progetto unico nel panorama delle rassegne e manifestazioni culturali. Le caratteristiche che lo rendono un evento straordinario sono essenzialmente tre: il contesto da cui vengono scelte le opere, la contemporaneità di fruizione fra lo spettatore madrileno e quello italiano, e la grande eterogeneità dell’offerta. I film scelti sono una selezione delle opere proiettate nei Festival di Cannes, Locarno, Venezia, Toronto e Roma. Un Festival dei festival che garantisce, fin dall’inizio, il meglio del cinema italiano dell’ultima stagione. E precisamente la sua istantaneità è l’altra caratteristica fondamentale del Festival del Cinema Italiano di Madrid: alcune delle pellicole proposte si presentano nello stesso momento nelle sale cinematografiche italiane, nella ultima edizione, per esempio, fu presentato in anteprima mondiale “L’uomo che verrà” di Giorgio Diritti. La coniugazione dell’eccellenza della proposta cinematografica e della sua velocità di realizzazione rendono Madrid testimone privilegiato della più recente produzione cinematografica italiana.

Si presentano dieci largometraggi, dieci documentari e dieci cortometraggi selezionati da tre critici italiani di grande fama e, a chiusura del Festival una giuria composta da rappresentanti del mondo della cinematografia spagnola assegnerà un premio al miglior documentario ed al miglior cortometraggio. Trenta titoli in totale, una proposta ricchissima ed articolata che non ha eguali nel panorama annuale delle manifestazioni dedicate alla produzione italiana. Trenta titoli che vengono presentati al pubblico, alla stampa e agli operatori spagnoli dai registi stessi.

Durante la serata inaugurale verrà consegnato il Premio alla Carriera a Mario Martone. A partire dal 26 novembre saranno proiettate, nei Cines Verdi di Madrid, in Calle Bravo Murillo 28, le pellicole delle seguenti sezioni:

          Sezione lungometraggi: una vetrina di 10 film scelti da Irene Bignardi, giornalista di Repubblica e capo critico per il settore cinematografico dal ’76, membro della commissione di esperti della Mostra del Cinema di Venezia e Direttrice del Festival del Cinema di Locarno dal 2001 al 2005;

          Sezione Cortometraggi a concorso: 10 corti scelti da Giancarlo Zappoli, Direttore di MYMOVIES, la più importante testata web italiana relativa al cinema, nonché Direttore artistico della mostra internazionale del cortometraggio “FilmVideo Montecatini”;

          Sezione Documentari a concorso: 10 documentari scelti da Gianni Canova, affermato critico cinematografico e Presidente della facoltà di Comunicazione, Relazioni Pubbliche e Pubblicità dell’Università IULM di Milano.

In questa edizione verrà reso omaggio al cinema di animazione con la proiezione di Allegro non troppo, la meravigliosa opera di Bruno Bozzetto, programmata per il giorno 28 novembre alle 11 del mattino.

L’ingresso sarà gratuito fino ad esaurimento posti; sarà possibile ritirare i biglietti delle proiezioni della giornata nella biglietteria del cinema a cominciare da trenta minuti prima dell’inizio della sessione giornaliera. Quest’anno inoltre, nel Teatro Missoni dell’Istituto Italiano di Madrid, i pubblico avrà l’occasione di incontrare i protagonisti del Festival bevendo Un caffè con Illy.