Scialla! (opera prima)

Regia: Francesco Bruni

Cast: Fabrizio Bentivoglio, Barbora Bobulova, Filippo Scicchitano, Vinicio Marchioni, Giuseppe Guarino, Prince Manujibeya, Arianna Scommegna, Giacomo Ceccarelli, Raffaella Lebboroni

Sceneggiatura: Francesco Bruni

Fotografia: Arnaldo Catinari

Montaggio: Marco Spoletini

Scenografia: Roberto De Angelis

Costumi: Cristina La Parola

Produzione: IBC Movie, in collaborazione con Rai Cinema, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Direzione Generale per i Cinema), produzione esecutiva Pupkin Production

Distributore: 01 DISTRIBUTION

Vendite estere: RAI TRADE

Paese: Italia

Anno: 2011

Durata: 95'

Formato: 35mm - colore

Status: uscito nelle sale il 23/02/2011

Premi e festival: ANNECY CINEMA ITALIEN 2011: Compétition fictions

BUSAN INTERNATIONAL FILM FESTIVAL 2011: World Cinema

LA BIENNALE DI VENEZIA 2011: Controcampo italiano - Premio Controcampo

Sinossi:

Un padre ed un figlio che non si conoscono – tutti e due a loro modo borderline - sono costretti ad una convivenza forzata di alcuni mesi, durante i quali impareranno molte cose l’uno dall’altro.

Bruno Beltrame ha tirato i remi in barca, e da un bel po’. Del suo antico talento di scrittore è rimasto quel poco che gli basta per scrivere su commissione “i libri degli altri”, le biografie di calciatori e personaggi della televisione (attualmente sta scrivendo quella di Tina, famosa pornostar slovacca divenuta produttrice di film hard); la sua passione per l’insegnamento ha lasciato il posto ad uno svogliato tran-tran di ripetizioni a domicilio a studenti altrettanto svogliati, fra i quali spicca il quindicenne Luca, ignorante come gli altri, ma vitale ed irriverente.

Un bel giorno la madre del ragazzo si fa viva, come un fantasma dal passato, con una rivelazione che butta all’aria la vita di Bruno: Luca è suo figlio, un figlio di cui ignorava l’esistenza.. Non solo: la donna è in procinto di partire per un lavoro di sei mesi da cooperante in Africa, e il ragazzo non può e non vuole certo seguirla laggiù. La donna chiede a Bruno di ospitare a casa sua il ragazzo, e di prendersi cura di lui, ma senza rivelargli la sua vera identità.

Inizia così una convivenza improbabile fra l’apatico ex-professore e l’inquieto adolescente, sei mesi durante i quali Luca si troverà a confrontarsi con una figura maschile adulta e Bruno, suo malgrado, non potrà fare a meno di prendersi cura di quel figlio segreto, che oltretutto sembra destinato ad infilarsi in un grosso guaio…